ESTREMO

Italian version only

La mostra "ESTREMO - Le macchine della conoscenza" è dedicata alle grandi macchine e infrastrutture della fisica delle alte energie: giganti che uniscono tecnologie avanzatissime, precisione estrema e ricerca di frontiera. La mostra si apre con una grande installazione interattiva che invita il pubblico a “entrare” negli esperimenti per ritrovarsi bersagliati da velocissime particelle nel tunnel di LHC (il titanico acceleratore di particelle del Cern di Ginevra), camminare sulla stazione spaziale internazionale o sorvolare la pampa argentina dove si trova l’osservatorio di raggi cosmici Auger. O, ancora, immergersi nei fondali marini o penetrare nel cuore della montagna per catturare particelle piccolissime e sfuggenti come i neutrini. L’allestimento prosegue in un percorso d’immagini, narrazioni e videoinstallazioni interattive che raccontano quanto vi sia di estremo nella fisica delle particelle e delle alte energie.

 

Un passaggio cruciale sono le installazioni interattive che raccontano e fanno 'toccare' al pubblico le sfide della ricerca. I visitatori possono accelerare con le loro mani le particelle di un’acceleratore virtuale o scoprire la struttura invisibile delle cose, così come le tecnologie della fisica ce la rivelano. E a queste tecnologie è dedicata anche la conclusione della mostra che presenta le reti planetarie sviluppate dai fisici per la condivisione e lo scambio della conoscenza e gli acceleratori di altissima precisione costruiti per la cura del cancro e per indagare i segreti delle opere d’arte.

 

>> 19 Novembre 2011 PERUGIA MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE DELL'UMBRIA

 

ESPERIMENTI ESTREMI, ecco qualche esempio:

LHC: un anello di 27 km a 100 metri di profondità, è formato da 2.000 magneti superconduttivi mantenuti a una temperatura di -271°C

ARGO: a 4300 metri di altitudine nell’altopiano del Tibet, ha 18.5000 occhi puntati nello spazio alla ricerca dei raggi cosmici

OPERA: a 1500 metri di profondità sotto la montagna, ai Laboratori Nazionali del Gran Sasso, è composto da 180.000 mattoncini fatti di piombo ad emulsione fotografica.

KM3Net: a 3500 metri di profondità al largo della Sicilia, ogni torre sarà dotata di 120 fotomoltiplicatori, occhi subacquei a caccia di neutrini.

 

estremo2

Allestimento mostra  "Estremo" - clicca sulle immagini per ingrandirle

 

Scarica la locandinapdf_logo

 

Per qualsiasi ulteriore informazione, contattare:

Ufficio Comunicazione Infn
P.zza dei Caprettari, 70 - 00186 Roma - Tel: 06 6868162 - Fax: 06 68307944
e-mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand
© 2018 National Institute for Nuclear Physics