• slide1.jpg
  • slide2.jpg
  • slide3.jpg
  • slide4.jpg
Istituto Nazionale di Fisica Nucleare
Info
National Institute for Nuclear Physics

news art

FIRENZE 10 / 28 gennaio 2018

Inaugura mercoledì 10 gennaio alle 17.00, all’Accademia delle Arti e del Disegno di Firenze, la mostra “I Colori del Bosone di Higgs”, evento conclusivo della tappa fiorentina del progetto INFN e CERN “Art&Science across Italy”, che ha coinvolto oltre 3000 studenti italiani nella realizzazione di opere artistiche ispirate alla fisica delle particelle. La mostra, allestita nella Sala delle Esposizioni dell’Accademia, ospiterà 55 opere realizzate degli studenti fiorentini e 26 opere di artisti professionisti, parte della collezione itinerante  del CERN “art@CMS".

Le tappe + MILANO + VENEZIA + PADOVA + FIRENZA + NAPOLI


Parte da Milano “Art & Science across Italy”

Apre al pubblico martedì 11 aprile al Museo della Scienza e della Tecnica di Milano la mostra “I colori del Bosone di Higgs”, con le opere prodotte dagli studenti delle scuole superiori di Milano coinvolti nel progetto di alternanza scuola-lavoro “Art & Science across Italy” del network CREATIONS di Horizon2020 organizzato dall'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e dal CERN di Ginevra. Una trentina di opere esposte grazie alla collaborazione con il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia insieme a una quindicina di opere della collezione artistica del CERN denominata art@CMS e ispirata alla ricerca che si svolge in questo grande laboratorio di fisica delle particelle. Art & Science Across Italy, è un progetto di alternanza scuola-lavoro, rivolto agli studenti del terzo e quarto anno dei Licei classici, artistici e scientifici, organizzato in tre fasi: un primo momento di formazione con seminari e incontri tra studenti e ricercatori presso le scuole, i laboratori dell’INFN e dell’Università, e visite guidate dei Musei cittadini di scienza e d'arte; una seconda fase durante la quale gruppi di tre studenti progettano e realizzano una composizione artistica su uno dei temi scientifici affrontati, con il supporto dei ricercatori dell'INFN, dell'Università e dell'Accademia delle Belle Arti; e il momento conclusivo in cui gli studenti organizzano una vera e propria mostra delle loro opere, assieme alla collezione artistica del CERN art@CMS.

“Le nostre istituzioni, Università ed Enti di Ricerca, hanno un ruolo chiave nella formazione delle future generazioni di ricercatori, ma anche di artisti o professionisti in qualsiasi altro ambito”, commenta Fernando Ferroni, presidente dell'INFN. “Siamo anche consapevoli di quanto sia importante raggiungere i giovani già a scuola e crediamo che questi progetti siano degli strumenti efficaci, perché hanno la capacità di favorire lo sviluppo della curiosità, della creatività, e di appassionare e coinvolgere: siamo quindi felici di farci promotori di queste iniziative e poter dare il nostro contributo alla formazione dei nostri giovani, fin dalla scuola”, conclude Ferroni.

“Quando proponemmo questo progetto all’INFN, al network CREATIONS e al CERN – racconta Pierluigi Paolucci, responsabile nazionale del progetto – pensammo, ottimisticamente, di raggiungere un massimo di settecento studenti, ma dopo i primi seminari a Milano, osservando lo sguardo affascinato, entusiasta e divertito dei tantissimi studenti accorsi, capimmo di aver trovato il modo giusto per avvicinare i ragazzi al mondo della scienza e della creatività”. “Siamo arrivati oggi a circa 3000 studenti e le tante domande, la sfrenata curiosità dimostrata durante le visite ai laboratori e ai musei, e le prime composizioni artistiche realizzate nei licei milanesi confermano la validità della divulgazione scientifica fatta in modo tale che i ragazzi siano parte attiva della loro formazione”, conclude Paolucci.

Il progetto conta la partecipazione di 105 classi per un totale di 2750 studenti. Dopo la tappa milanese, proseguirà il suo viaggio attraverso l’Italia, toccando le città di Firenze, Padova e Venezia. Art & Science Across Italy si concluderà a Napoli ad aprile 2018 con una cerimonia di premiazione dei vincitori e l'allestimento di una mostra, dove saranno esposte tutte le composizioni artistiche realizzate. Le migliori 8 composizioni saranno selezionate da una giuria internazionale, e i rispettivi 24 vincitori riceveranno una borsa di studio per partecipare a un master al CERN di Ginevra nell'estate 2018.