Copyright INFN L'utilizzo della foto e' gratuito previa autorizzazione dell'Ufficio Comunicazione INFN

Attualmente sono 32 le scuole medie superiori italiane che partecipano alla "caccia ai raggi cosmici", in un esperimento scientifico che coinvolge centinaia di studenti da Torino a Catania, passando per Reggio Emilia, Bologna, L'Aquila, Cagliari, Lecce, Parma, Savona, Frascati, Grottaferrata, Teramo, Altamura, Bari, Grosseto, Catanzaro, Trinitapoli, Savona, Viareggio e che, nel prossimo futuro, sarà  esteso a molte altre città .

E' l'esperimento ""La Scienza nelle Scuole: Extreme Energy Events (EEE)" ideato dal professor Antonino Zichichi e avviato nel 2005 in collaborazione con l'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), il CERN, la Società  Italiana di Fisica ed il Centro Fermi, sotto l'egida del Ministero per l'Università  e la Ricerca Scientifica.
EEE E' un esperimento per la rivelazione e lo studio dei raggi cosmici di alta energia attraverso la presenza nelle scuole di telescopi MRPC (Multigap Resistive Plate Chamber) costruiti al CERN direttamente da studenti e insegnanti, coadiuvati da personale del CERN, dellINFN e del Centro Fermi, partendo da quelli ideati nell'ambito dell'esperimento Alice presso l'acceleratore LHC.
Pensati per ottenere la massima precisione possibile nella misura del tempo di volo delle particelle, questi rivelatori raggiungono una risoluzione temporale, ad oggi insuperata, di alcune decine di millesimi di miliardesimi di secondo.
L'esperimento si estende, di fatto, su una superficie di milioni di chilometri quadrati del territorio italiano. Studenti e insegnanti partecipano, non solo all'assemblaggio e installazione dei rivelatori, ma anche alla presa dati e all'analisi dei risultati, in sostanza a tutte le fasi dell'esperimento.
I telescopi MRPC consentono tra l'altro di rivelare le coincidenze e le correlazioni temporali tra le diverse scuole, studiando gli sciami di particelle generati nell'atmosfera e, eventualmente, nello spazio galattico ed intergalattico. dai raggi cosmici di energia più elevata,
Questa iniziativa, che ha un alto valore didattico, ha quindi tutte le caratteristiche di una vera ricerca, condotta da studenti e docenti, supportati da fisici delle sezioni INFN coinvolte oltre che dal Centro Fermi, che può condurre ad importanti risultati in un campo con molti aspetti ancora ignoti e di grande attualità . 

 

 

 


 

Per ulteriori informazioni:
Antonino Zichichi
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
telefono: 0041-22-767-7755