• slide1.jpg
  • slide2.jpg
  • slide3.jpg
  • slide4.jpg
Istituto Nazionale di Fisica Nucleare
Info
Istituto Nazionale di Fisica Nucleare

Foligno la Festa di Scienza e di Filosofia

folE’ in corso a Foligno la Festa di Scienza e di Filosofia – Virtute e Canoscenza in programma nella cittadina umbra dal 27 al 30 aprile.

Alla manifestazione, giunta alla VII edizione, l’Infn partecipa con una domenica 30 aprile ricca di appuntamenti:

30/04/2017 ore 10:30 Fernando Ferroni, Andrea Brandolini, Álvaro De Rújula e Rudy Gnutti - Il futuro del lavoro o il lavoro del futuro?

30/04/2017 ore 10:00 Bruna Bertucci - Il futuro dell’Universo: sapendo di non sapere

30/04/2017 ore 11:15 Vincenzo Barone - La qualità matematica della Natura. Come e perché i numeri descrivono il mondo

30/04/2017 ore 17:00 (evento GSSI) Eugenio Coccia - Black Holes: alfa e omega del cosmo

Vai al sito http://www.festascienzafilosofia.it/

National Geographic Festival delle Scienze

cambiamentoDall’11 al 14 maggio si svolgerà a Roma il National Geographic Festival delle Scienze di Roma realizzato quest’anno con la partnership scientifica dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e dell’Agenzia Spaziale Staliana e in programma all’Auditorium Parco della Musica.

Al festival, dedicato quest’anno al tema del Cambiamento l’Infn partecipa con due appuntamenti:

Sabato 13 maggio alle ore 21, THE JACKAL & THE PRESIDENTS

Dialogo irriverente sull’universo e la vita extraterrestre Evento realizzato da INFN e ASI con: The Jackal Roberto Battiston, presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana Fernando Ferroni, presidente dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare L’universo e l’esplorazione spaziale come punti d’incontro tra fantascienza, ricerca scientifica e comicità. Il duo napoletano “The Jackal”, diventato famoso grazie ai suoi video esilaranti.A confrontarsi con loro, in un incontro tra scienza, education and entertainment, il Presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana, Roberto Battiston e il Presidente dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Fernando Ferroni.

Biglietti e info: www.auditorium.com


Domenica 14 maggio alle ore 18:00, CONOSCERE L’UNIVERSO, ESPLORARE IL CORPO UMANO

La fisica che cambia la medicina Conferenza spettacolo realizzata con Assobiomedica Un dialogo in tre atti sul legame che dagli albori della scienza moderna unisce l’esplorazione del cosmo e quella della materia di cui siamo fatti. Musica, brevi documentari, video-scenografie e letture condurranno alla scoperta di come la ricerca sui costituenti elementari della materia abbia portato allo sviluppo di strumenti sempre più potenti, utili a esplorare e curare il nostro corpo e a comprendere l’intreccio di miliardi di connessioni neuronali che costituiscono il nostro cervello. Un filo sottile fatto di aneddoti guiderà alla scoperta del percorso imprevedibile che ha portato allo sviluppo delle tecnologie che oggi usiamo per ottenere immagini del nostro corpo, aprendo le porte a una nuova idea di prevenzione e di cura in medicina.
L’evento è realizzato in connessione con la mostra “Uomo Virtuale, la fisica esplora il corpo”, Pisa Palazzo Blu, 22 marzo – 2 luglio.

Con:
Marco Durante, direttore del TIFPA di Trento, esperto di protonterapia.

Antonio Zoccoli, membro della giunta esecutiva INFN, fisico dell’esperimento ATLAS al CERN.

Issi Rozen, Broad Institute, strategia delle collaborazioni nella ricerca medica

Modera: Silvia Bencivelli, giornalista scientifica Biglietti e info: www.auditorium.com

Racconto Cosmico | STREAMING

racconto cosmico grafica sito28 ottobre 2016, ore 21 - Sala Maestrale dei Magazzini del Cotone (Porto Antico)

Festival della Scienza di Genova

"Racconto Cosmico", una conferenza-spettacolo che, intrecciando dialogo, narrazione per immagini, voce e musica, accompagna il pubblico alla scoperta di alcuni dei più affascinanti misteri della fisica contemporanea. Guidati dal brio di Neri Marcoré, e accompagnati dai disegni animati di Luca Ralli e dal pianoforte di Umberto Petrin, i dialoghi tra i fisici - saranno sul palco, Fernando Ferroni, Antonio Masiero e Viviana Fafone - ripercorrono l’intera evoluzione dell’universo, portando il pubblico a esplorare le frontiere stesse delle nostre conoscenze. Sono tra i protagonisti del racconto: l’origine e l’evoluzione dell’universo, la sua struttura fatta di oggetti visibili e invisibili, la materia oscura e le altissime energie delle particelle accelerate nei grandi acceleratori, la relatività di Einstein e le onde gravitazionali, fino alla straordinaria finestra dell’astronomia gravitazionale, aperta sull’universo dai recenti risultati sulla loro rivelazione.

 

web loca

L’Universo è Servito

SharperChef piccoloRacconti di Fisica in Cucina

>> Sharper – Notte della Ricerca
L’Aquila, 30 Settembre 2016
Auditorium del Parco, h. 19.30

Biglietto: 7 euro. Acquistabile fino al 28 settembre al Gran Sasso Science Institute - GSSI, v.le Francesco Crispi 7


Venerdì 30 all'Auditorium del Parco a L’Aquila, l'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) sarà protagonista della Notte dei Ricercatori, progetto Sharper, con “L’Universo è servito. Racconti di fisica in cucina”, uno show semiserio costruito sull’originale abbinamento dell’alta cucina con i grandi temi della fisica contemporanea. L’evento si svolge nell’ambito degli eventi per la Notte Europea dei Ricercatori, cui l’INFN partecipa con numerosi eventi in tutta Italia e che a L’Aquila vede il forte impegno dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso dell’INFN, coordinatori del progetto Sharper L’Aquila.

Durante la serata, il presidente dell’INFN, Fernando Ferroni si presterà al gioco delle interpretazioni culinarie della fisica, raccontando i retroscena, le idee e le scoperte che hanno ispirato le originalissime creazioni culinarie preparate dal vivo dallo chef stellato William Zonfa. Un dialogo tra un fisico appassionato di cucina e uno chef curioso di scienza, intorno a ciò che sappiamo e a quanto ignoriamo del nostro universo. L’apparente distanza tra i due protagonisti sarà colmata anche grazie all’ironia del conduttore televisivo Marco Castellazzi, e con il contributo di filmati, immagini e animazioni.

Che cos’è la materia oscura? Chi produce le onde gravitazionali? E come si è formato l’Universo? Sono alcune delle grandi domande della fisica contemporanea su cui si confronteranno i protagonisti, a partire dalle invenzioni culinarie dello chef. Durante la serata sarà così possibile scegliere tra il croccante riso inflattivo, le gustosissime uova gravitazionali o l’ottima crema oscura gustando, tra una portata e l'altra, i racconti sull’Universo del presidente dell’INFN, Fernando Ferroni. Un intreccio insolito che offrirà anche l’occasione per assaggiare le interpretazioni culinarie ispirate alla fisica, e scherzare sulle similitudini tra scienziati e chef: due professioni che hanno a che vedere con la creatività e la ricerca anche se in modo diverso.

L’incasso della serata sarà interamente devoluto al progetto di sostegno dei territori terremotati “Sharper per AMATRICE”.

Gli ospiti:
Fernando Ferroni, fisico sperimentale, professore dell’Università La Sapienza, presidente dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare INFN. Ha lavorato al laboratorio SLAC a Stanford negli USA e al Cern di Ginevra. Attualmente i suoi interessi di ricerca si concentrano principalmente sulla fisica del neutrino negli esperimenti ai Laboratori Nazionali del Gran Sasso dell’INFN. Appassionato di cucina.

William Zonfa, 34 anni, è uno chef aquilano stella Michelin. I suoi due ristoranti si trovano all’interno del relais di campagna “Magione Papale”, a L'Aquila. Formatosi all’alberghiero a Roccaraso e trascorsi quattro anni in Germania, Zonfa ha iniziato la sua carriera di chef al Pellicano di Porto Ercole (Grosseto) e quindi al Mosaico di Ischia. A L’Aquila, ha lavorato inoltre al Vinalia di Marzia Buzzanca.

Conduttore: Marco Castellazzi, conduttore TV - RAI3, biologo di formazione.

FUTURO REMOTO 2016

Futuro Remoto 2016

E’ dedicata al tema “COSTRUIRE” l’edizione 2016 di Futuro Remoto, la manifestazione di divulgazione scientifica curata dalla Fondazione Idis - Città della Scienza di Napoli e che celebra quest’anno la sua trentesima edizione.

Il cuore di Futuro Remoto è, come lo scorso anno, il Villaggio della Scienza di Piazza del Plebiscito, che ospiterà 9 isole tematiche sui temi di punta della ricerca scientifica oggi. Gli allestimenti di oltre 6.000 mq prevedono il coinvolgimento del Palazzo Reale, del Circolo Ufficiali dell’Esercito, del Circolo Ufficiali della Marina Militare, del Circolo artistico Politecnico del Caffè Gambrinus

A centro del Villaggio della Scienza l’INFN ha curato con fondazione IDIS una grande e spettacolare reazione a catena, che verrà attivata per due volte al giorno, ogni volta da un ospite diverso. Una divertente avventura di costruzione collettiva - laboratorio di ingegno e fantasia - realizzata dal pubblico con il contributo di un gruppo di esperti di tinkering. 
La reazione interpreterà in tanti modi diversi il tema della manifestazione, costruire, che vuol dire recupero, rivitalizzazione, creazione di possibilità. La reazione a catena è composta da tanti moduli costruiti insieme dal pubblico e dai promotori della manifestazione.
La caduta di un peso libera una molla che fa saltare una biglia che cade in una vaschetta e così via. Reazione a catena è quindi una sorprendente sequenza di cause ed effetti generata dallo scambio di idee e dalla creatività collettiva. E' una metafora, ad esempio, di ciò che avviene nella scoperta o nella costruzione di nuove idee scientifiche. O anche dello stesso processo cosmico che, innescato dal Big Bang, ha portato all' esistenza dell'Universo.


Futuro Remoto è promossa, dall’Università degli Studi di Napoli Federico II e dall’Ufficio Scolastico Regionale per la Campania, dalla Regione Campania, dal Comune di Napoli in partnership con la Seconda Università degli Studi di Napoli, l’Università degli Studi di Napoli l’Orientale, l’Università degli Studi di Salerno, il Centro Italiano Ricerche Aerospaziali e in collaborazione con i principali enti di ricerca italiani.

La rezione a catena è stata realizzata con il prezioso contributo di Alessandro Amabile, di Giancarlo Artiano e di Dipartimento di Architettura e Disegno Industriale "Luigi Vanvitelli" - Seconda Università degli Studi di Napoli, Dipartimento di Ingegneria Civile, Design, Edilizia e Ambiente Università degli Studi di Napoli Federico II, Dipartimento di Ingegneria Industriale – Università degli Studi di Napoli Federico II, Dipartimento di Studi Letterari, Linguistici e Comparati e Dipartimento di Asia, Africa e Mediterraneo - Università degli Studi di Napoli L’Orientale, Dipartimento di Ingegneria – Università degli Studi del Sannio, Istituto di Chimica Biomolecolare, Istituto per i Polimeri Compositi e Biomateriali, Istituto per le Applicazioni del Calcolo “Mauro Picone”– CNR, MoSeF - CNR 

Info:http://www.cittadellascienza.it/futuroremoto/2016/

Community:http://www.cittadellascienza.it/futuroremoto/2016/piazza/

Facebook: https://www.facebook.com/cittadellascienza/

L'Universo non è più quello di una volta

slide futuraOnde gravitazionali, materia oscura e nuove particelle
 
Dialogano
EUGENIO COCCIA, FERNANDO FERRONI
e KAROLINE SCHAEFFNER
 
Conduce
Silvia Bencivelli

 

FestivalFilosofia - Agonismo

slide festfilosofia1617 settembre "Collisioni Cosmiche"
 Di che cosa parliamo quando parliamo di onde gravitazionali
 
SASSUOLO -20.30
Dialogano
FULVIO RICCI, PAOLO PUPPO
Conduce - Marco Cattaneo

 

RACCONTO COSMICO

racconto cosmico web 2016 1>> Sabato 21, alle ore 21, Auditrium Parco della Musica: in sala Sinopoli andrà in scena, per il FestivalFestival delle Scienze di Roma, "Racconto Cosmico", una conferenza-spettacolo che, intrecciando dialogo, narrazione per immagini, voce e musica, accompagna il pubblico alla scoperta di alcuni dei più affascinanti misteri della fisica contemporanea. Guidati dal brio di Patrizio Roversi, e accompagnati dai disegni animati di Luca Ralli e dal pianoforte di Umberto Petrin, i dialoghi tra i fisici - saranno sul palco, Fernando Ferroni, Antonio Masiero e Viviana Fafone - ripercorrono l’intera evoluzione dell’universo, portando il pubblico a esplorare le frontiere stesse delle nostre conoscenze. Sono tra i protagonisti del racconto: l’origine e l’evoluzione dell’universo, la sua struttura fatta di oggetti visibili e invisibili, la materia oscura e le altissime energie delle particelle accelerate nei grandi acceleratori, la relatività di Einstein e le onde gravitazionali, fino alla straordinaria finestra dell’astronomia gravitazionale, aperta sull’universo dai recenti risultati sulla loro rivelazione.

Ma tra il 20 e il 22 maggio 2016, l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare INFN parteciperà al FestivalFestival delle Scienze di Roma anche con altre iniziative.

Con l’installazione interattiva "Surf Gravitazionale", invece, allestita nel Sound Corner del Foyer Petrassi, il visitatore potrà immergersi virtualmente nello spaziotempo, uno dei concetti della teoria einsteiniana della Relatività.

A raccontare poi la storica scoperta delle onde gravitazionali sarà uno dei suoi principali protagonisti, Fulvio Ricci, a capo dell’intera collaborazione internazionale VIRGO. Ad affiancarlo nel racconto, domenica 22, alle ore 15.00, in sala Petrassi, il fisico Sathyaprakash Bangalore, professore alla Cardiff University e scienziato della collaborazione LIGO. Sabato 21 alle 10.30 in sala Petrassi, Vincenzo Barone, ricercatore INFN e professore all’Università del Piemonte Orientale, terrà poi la lectio magistralis "Un cruciverba ben congegnato. Einstein e le simmetrie della natura".

Anche la materia oscura avrà il suo momento con la conferenza "La ricerca della materia oscura", venerdì 20, alle 17.30, in sala Petrassi, con Elena Aprile, professore alla Columbia University, a capo dell’esperimento Xenon, inaugurato lo scorso novembre ai Laboratori INFN del Gran Sasso.

Prenotazioni e biglietti: http://www.auditorium.com

 La diretta streaming iniziera alle ore 21.00  //  http://www.infn.it/video/multimedia/diretta-infn.html