LE COMMISSIONI SCIENTIFICHE NAZIONALI DELL'INFN PREMIANO GIOVANI FISICI PER LE MIGLIORI TESI DI DOTTORATO

Completata l'assegnazione da parte dell'INFN dei premi annuali 2015 per le migliori tesi di dottorato in ciascuna delle cinque macroaree in cui è suddivisa l'attività di ricerca dell'Istituto: subnucleare, astroparticellare, nucleare, teorica e tecnologica. I premi, del valore di 2000 euro ciascuno, sono conferiti dalle cinque Commissioni Scientifiche Nazionali (CSN) dell'INFN, organi che indirizzano la ricerca dell'Ente. I riconoscimenti sono intitolati alla memoria di illustri fisici italiani: Marcello Conversi, Bruno Rossi, Claudio Villi, Sergio Fubini e Francesco Resmini. 

 

Lucio Anderlini, della sezione INFN di Firenze, e Livia Soffi, della sezione di Roma1, sono i vincitori dell'edizione 2015 del Premio "Marcello Conversi"  per le migliori tesi di dottorato nel campo della fisica subnucleare. Assegnati dalla CSN 1, i riconoscimenti premiano due tesi riguardanti ricerche di LHC, intitolate, rispettivamente: “Measurement of the Bc+ meson lifetime using Bc+ J/y m+ X decays with the LHCb detector at CERN”, e “Search for new exotic particles decaying to photons at the LHC”.
L'INFN con questo premio intende rendere omaggio alla figura di Marcello Conversi, protagonista negli anni della Seconda guerra mondiale, insieme a Ettore Pancini e Oreste Piccioni, di un esperimento fondamentale che portò alla scoperta del muone, segnando di fatto la nascita della fisica delle alte energie.

  premio conversi 
     

La CSN 2 dell’INFN ha conferito, nella riunione del 5 aprile, il Premio "Bruno Rossi" per le migliori tesi di dottorato in fisica delle astroparticelle. I premiati sono Nicola Casali, dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso (LNGS) dell'INFN, con la tesi: “Study of the Cherenkov signal in TeO2 bolometers: towards next-generation neutrino-less double beta decay experiments”, e Laura Collica, della sezione INFN di Milano, con l'elaborato: “Mass composition studies of Ultra High Energy Cosmic Rays through the measurement of the muon production depths at the Pierre Auger Observatory”. 
Con questo riconoscimento l’INFN intende ricordare la figura di Bruno Rossi, che ha dato contributi fondamentali alla fisica delle particelle elementari mediante lo studio dei raggi cosmici. Emigrato a seguito delle leggi razziali negli Stati Uniti, dove ha insegnato al MIT di Boston, Rossi è stato tra i primi a scoprire sorgenti di raggi X al di fuori del Sistema solare. Tra le sue scoperte, inoltre, lo studio del decadimento del muone e la misura della sua vita media.

   premio rossi 
     
Il Premio "Claudio Villi" 2015 per la migliore tesi di dottorato in fisica nucleare è stato assegnato quest'anno dalla CSN 3 ad Andrea Festanti, della sezione INFN di Padova, per la tesi: “Measurement of the D0 meson production in Pb-Pb and p-Pb collisions with the ALICE experiment at the LHC”.
Con questo premio l’INFN ricorda la figura di Claudio Villi, titolare della prima cattedra italiana di fisica nucleare, all'Università di Padova nel 1961. A Villi si deve l’idea di creare i Laboratori Nazionali di Legnaro (LNL) dell'INFN e l’attuale modello organizzativo dell'Istituto, che prende forma durante il suo mandato di presidente, tra il 1970 e il 1975.
   premio villi
     
Assegnati il 13 aprile dalla CSN 4 i Premi "Sergio Fubini" per le migliori tesi di dottorato in fisica teorica. I riconoscimenti sono andati a Mattia Di Mauro, della sezione INFN di Torino, per una tesi dal titolo “Cosmic Radiation: Unveiling Dark Matter Components Beyond The Contribution of Astrophysical Sources”; a Valentina Rolando, della sezione INFN di Ferrara, per un elaborato intitolato “Modelling the Heavy Ion Collisions with ECHO-QGP: a Novel Resource for the Study of the QGP”; e ad Andrea Tesi, della Scuola Normale Superiore (SNS) di Pisa, per il lavoro “A Natural Higgs Boson: Models and Phenomenology”.
Il Premio Fubini è stato istituito dall’INFN per ricordare la figura del fisico teorico torinese Sergio Fubini, scomparso nel 2005, le cui profonde intuizioni hanno dato significativi contributi alla teoria dei campi e alla teoria delle stringhe.
 

premio fubini1 

premio fubini2

     
Premiati dalla CSN 5 le migliori tesi di dottorato in fisica degli acceleratori e delle nuove tecnologie. Il riconoscimento, dedicato a Francesco Resmini - tra i pionieri degli studi sulle macchine acceleratrici e sulla fisica applicata per la diagnostica ambientale e medica - è stato attribuito quest'anno ad Alessio Galatà, della sezione INFN di Ferrara, e Irene Perali, della sezione di Milano. Le tesi premiate sono intitolate, rispettivamente, “Physics and Technology of the SPES Charge Breeder”, e “A prompt gamma camera for real-time range control in Proton Therapy”.  

premio Resmini2

premio Resmini2

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo