• slide1.jpg
  • slide2.jpg
  • slide3.jpg
  • slide4.jpg
Istituto Nazionale di Fisica Nucleare
Info
Istituto Nazionale di Fisica Nucleare

FESTIVAL DELLA FILOSOFIA 2014, LA GLORIA

Si rinnova anche quest’anno l'appuntamento dell’INFN con il Festival della Filosofia e il suo pubblico nelle piazze di Modena, Carpi e Sassuolo. L’appuntamento è sabato 13 settembre alle ore 21.00 in Piazzale Avanzini, a Sassuolo, Eugenio Coccia, direttore del Gran Sasso Science Institute, e Alba Formicola, ricercatrice dei Laboratori nazionali del Gran Sasso, terranno la lectio magistralis Polvere di Stelle. Il messaggio dei raggi cosmici.
Non ce ne accorgiamo ma una sottilissima e fittissima pioggia si abbatte incessantemente su di noi. È composta di protoni, fotoni, neutrini, che possono arrivare a energie altissime, prodotti nel cuore infuocato delle stelle e nei cataclismi astrofici più violenti. Queste particelle hanno poi attraversato il buio e le profondità dello spazio e sono arrivati fin sulla Terra, portandoci informazioni sulle loro sorgenti. Vengono chiamati raggi cosmici, sono i messaggeri invisibili degli eventi più luminosi che avvengono nel nostro universo. Per questo i fisici cercano di rivelarli e studiarli con strumenti sofisticatissimi che collocano, per non essere disturbati dal rumore di fondo, nei posti più impensabili ed estremi del nostro pianeta, dalle viscere del Gran Sasso agli abissi del Mediterraneo, dalla pampa argentina alla cima dei vulcani. Ma i raggi cosmici non sono gli unici messaggeri che arrivano dallo spazio, ce ne sono altri, ancora più inafferrabili e ineffabili, sono le particelle di materia oscura della cui esistenza sappiamo solo per gli effetti indiretti, e le onde gravitazionali, unico tassello mancante alla conferma sperimentale della relatività di Einstein. Tutti messaggeri invisibili della luce del cosmo, in grado di raccontarci i segreti più nascosti del nostro universo, la sua origine, il suo destino. E anche il nostro.

IL SENTIMENTO DEL BOSONE

>> Carpi 13 settembre 2013

festival filosofiaÈ stato un anno di forti emozioni e “controemozioni” per i fisici di tutto il mondo. Si sono accampati fuori dall’aula del Cern di Ginevra e hanno dormito sul pavimento pur di accaparrarsi un posto per assistere di persona al seminario del giorno seguente. Era il 4 luglio 2012 quando centinaia di fisici assiepavano la sala in cui è stato dato l’annuncio della scoperta del bosone di Higgs. È stato uno dei momenti più emozionanti della fisica degli ultimi decenni. E oggi, a distanza di poco più di un anno da quell’annuncio, che cosa succede? In molti tra i fisici si chiedono: che cosa facciamo? Che cosa cercheremo e dove? Fernando Ferroni, presidente dell’INFN, e Stavros Katsanevas, professore e ricercatore al CNRS, prendendo spunto da questa esperienza, dialogheranno sul piacere della scoperta e sulle passioni che attraversano la ricerca scientifica e cercheranno di fare il punto sulle prospettive che adesso si aprono per la ricerca in fisica delle particelle.

 

Per qualsiasi ulteriore informazione, contattare:

Ufficio Comunicazione Infn
P.zza dei Caprettari, 70 - 00186 Roma - Tel: 06 6868162 - Fax: 06 68307944
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

L’HIGGS A LIBRI COME

14 marzo 2013 - ROMA

 

Caccia Hig 18 mar13

Circa 700 persone hanno partecipato all’Auditorium Parco della Musica di Roma all’evento dedicato alla scoperta del bosone di Higgs e alla storia dei suoi protagonisti . La conferenza ha aperto il Festival del Libro e della Letteratura “Libri Come” e ha visto la partecipazione di Luciano Maiani, ex direttore generale del Cern, Fabiola Gianotti, che ha diretto ATLAS, uno dei due esperimenti in grado di scoprire la particella e Guido Tonelli, che ha guidato l’esperimento gemello CMS, intervistati dal direttore de Le Scienze Marco Cattaneo. L’iniziativa, promossa dall’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, è stata l’occasione per presentare il libro di Luciano Maiani “A caccia del bosone di Higgs” (Mondadori editore).

 

Per qualsiasi ulteriore informazione, contattare:

Ufficio Comunicazione Infn
P.zza dei Caprettari, 70 - 00186 Roma - Tel: 06 6868162 - Fax: 06 68307944
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

HIGGS IN CAMPO

24 marzo 2013

Ferroni basketLa grande fisica va a canestro e festeggia il bosone di Higgs. Domenica 24 marzo nell’ambito della partita tra Emporio Armani-Olimpia Milano e Montegranaro si è tenuto un piccolo evento dedicato alla fisica di LHC.

La squadra dell’Olimpia Milano ha donato infatti una maglia (Bosone di Higgs, 12) al presidente INFN Fernando Ferroni, appassionato tifoso di basket, che ha raccontato al pubblico il significato della recente scoperta e giocato a bordo campo con l’installazione interattiva, la prima al mondo sul bosone di Higgs, realizzata dall’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare.

Mezz' ora prima della partita, la squadra di basket del CERN aveva schieirato in campo fisici-giocatori di provenienza internazionale , che hanno contribuito alla ricerca del bosone, per "riscaldare" il pubblico con un originale esercizio: una simulazione del decadimento del bosone di Higgs, di cui i fisici ricostruiscono le tracce nei grandi rivelatori di LHC. L'animazione è stata diretta dal fisico-coach Valerio Grassi, milanese e membro dell'esperimento ATLAS, e commentata da Paola Catapano, divulgatrice scientifica del gruppo Comunicazione del CERN. L’evento è stato supportato e promosso dalla sezione INFN di Milano.

 

Per qualsiasi ulteriore informazione, contattare:

Ufficio Comunicazione Infn
P.zza dei Caprettari, 70 - 00186 Roma - Tel: 06 6868162 - Fax: 06 68307944
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

LO SHOW DELL'UNIVERSO

 

Il 22 settembre dalle ore 19 alla Città della Scienza di Napoli si è tenuta l’iniziativa di divulgazione scientifica “Lo show dell’Universo” promossa dall’INFN assieme a Città della Scienza, Il Mattino di Napoli e Le Nuvole. L’iniziativa ha visto la partecipazione di Fabiola Gianotti, spokesperson di ATLAS, Guido Tonelli spokesperson emerito di CMS e Fernando Ferroni presidente dell’INFN. Assieme a loro, il giocoliere catalano Pep Bou, specialista in bolle di sapone, e il gruppo di Psiquadro, specializzato in giocoleria scientifica, che ha tra l’altro contribuito alla realizzazione della fortunata mostra “Astri e particelle”. A fare da fil rouge tra narrazione scientifica e rappresentazione visiva, il conduttore Patrizio Roversi, forte della esperienza della conferenza di Catania (oltre 1.200 presenti) a marzo e di numerosi dibattiti con esponenti INFN in giro per l’Italia. Una serata che mette in gioco un nuovo format di divulgazione scientifica in cui si è parlato  della nascita dell’Universo, della rottura delle simmetrie, della nascita delle forze, della comparsa del campo di Higgs e, infine, della caccia di LHC al bosone di Higgs. L’ingresso è libero fino a esaurimento dei posti.

 

 

 

Trailer dello showvideoweb