Ufficio comunicazione INFN
telefono 066868162
comunicazione@presid.infn.it
Non vedi la mail correttamente?
Guarda la mail con il tuo browser!
Vuoi archiviare la newsletter?
Scarica il pdf!
Istituto Nazionale di Fisica Nucleare - Newsletter INFN 03 - Giugno 2013

BLOCCO TURN OVER ALLENTATO. COMMENTO DI FERRONI (INFN)

Nel decreto del 15 giugno, il governo ha deciso di ampliare le facoltà di assumere delle università e degli enti di ricerca per l’anno 2014, elevando dal 20% al 50% il limite di spesa per il turn over. Per il presidente dell’INFN, Fernando Ferroni, si tratta di “Un bel segnale dal governo che ai suoi primi provvedimenti si occupa di rimuovere almeno parzialmente i blocchi che impediscono di trattenere i migliori ricercatori nel nostro Paese. In termini pratici, almeno per gli Enti di Ricerca l'effetto è però molto limitato. Il 2013 rimane al 20% e il 2015 sarebbe comunque stato al 50%. L'effetto dell'allungamento del tempo per andare in pensione diluisce ancora l'effetto. Speriamo che si possa ottenere di più nel passaggio di conversione. parlamentare. Comunque ringrazio per l'importante segno di attenzione”.

"FABBRICA DI RAGGI X" IN CALABRIA

Si farà all’Università della Calabria un piccolo (ma molto innovativo per le sue caratteristiche) acceleratore di particelle realizzato tra Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Scienze fisiche della Materia (Cnism) assieme alla Società Sincrotrone di Trieste. L’università della Calabria sarà invece responsabile della realizzazione delle opere di impiantistica, di edilizia, di alcuni laboratori e della formazione. La macchina si chiamerà STAR e sarà una “fabbrica di raggi X” con una tecnologia innovativa basata sull’accoppiamento tra acceleratore di particelle e produzione di raggi X. Il costo è di 16 milioni di euro su fondi europei. La macchina sarà dedicata allo studio dei materiali e alla diagnostica medica.

477 BORSE E ASSEGNI POST DOC NEL 2012

Sono 477 le borse di studio e gli assegni di ricerca post-doc assegnati (e pagati) dall’INFN nel corso del 2012. A questo sforzo per la formazione degli scienziati di domani l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare aggiunge una partecipazione alla formazione degli studenti delle scuole medie superiori attraverso stage e borse di studio. L’INFN promuove inoltre un progetto di formazione permanente interno, dedicato a migliorare e aggiornare le competenze di ricercatori, tecnologi, tecnici e personale amministrativo.

VERSO IL NUOVO SUPERACCELERATORE DI PARTICELLE

Fa un passo in avanti il progetto per il nuovo, gigantesco acceleratore di particelle che dovrebbe essere costruito da oltre venti paesi e che diventerebbe il successore di LHC, l’acceleratore del CERN di Ginevra che ha osservato il bosone di Higgs. Il 12 giugno è stato presentato infatti “a staffetta” a Tokyo, Ginevra e Chicago il Technical Design Report dell’International Linear Collider (ILC). La macchina sarebbe lunga 35 chilometri e utilizzerebbe 16 mila magneti superconduttori funzionanti a una temperatura di 271,2 gradi sotto lo zero. Una ditta italiana, la Zanon di Schio, è tra gli sponsor della cerimonia sui tre continenti.

LAMI (INFN) ADDETTO SCIENTIFICO ITALIANO A WASHINGTON

Stefano Lami, ricercatore dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, è stato nominato Addetto Scientifico all'Ambasciata italiana di Washington. Nato a Firenze 53 anni fa, è stato dal 2008 uno dei coordinatori internazionali di TOTEM, un esperimento dedicato a misurare la probabilità e le modalità degli urti tra i protoni nell’acceleratore di particelle LHC al CERN di Ginevra. Autore o coautore di più di 600 articoli pubblicati su riviste internazionali e membro di vari comitati scientifici internazionali, è stato ricercatore associato all’Università di Heidelberg (Germania) ed a quella di Stony Brook (USA). Negli anni novanta ha collaborato con un progetto al laboratorio Fermilab di Chicago, che nel 1995 ha osservato per la prima volta il quark Top. E` stato per otto anni professore all’Università Rockefeller di New York.

ARCHIVIO NEWSLETTER INFN
icona   Seguici su Twitter icona   Seguici su Facebook
Copyright © 2013 INFN,