SPERIMENTANDO PREMIA I GIOVANI PARTECIPANTI AI CONCORSI DELLA XV° EDIZIONE

sperimentando premiazione 2016Mercoledì 27 aprile, nell’Aula Magna del Dipartimento di Biologia dell'Università degli Studi di Padova, si è svolta la cerimonia di premiazione dei migliori lavori presentati dagli studenti delle scuole secondarie di I° e II° grado ai due concorsi L'Arte sperimenta con la Scienza e Sperimenta anche  tu, indetti nell’ambito della quindicesima edizione della mostra Sperimentando, in collaborazione con i Laboratori INFN di Legnaro e la sezione INFN di Padova

Sono 221 studenti che hanno partecipato al concorso L’Arte sperimenta con la Scienza che premia l’immagine più originale per il logo dell’edizione 2016. I partecipanti provengono da 14  scuole secondarie di II° del Veneto e hanno realizzato 167 progetti grafici.

Al concorso Sperimenta anche tu, invece, sono stati presentati 57 esperimenti di diverse discipline scientifiche progettati da  391 studenti, appartenenti a  26 scuole secondarie di I° e II° delle Regioni: Veneto, Friuli-Venezia Giulia e Lombardia.

Sperimentando è una mostra scientifica interattiva multidisciplinare, che si svolge nei mesi di aprile e maggio a Padova da 15 anni. Il tema dell’edizione 2016 è “Scienza e sport”, un binomio è di particolare interesse per i ragazzi in età scolare e per le società sportive. Lo spazio espositivo nella sede della mostra Padiglione 6 in Padova Fiere è diviso in quattro aree, quattro isole, uno spazio per i bambini, uno per i laboratori e due per gli enti di ricerca.
I nomi delle aree richiamano gli elementi naturali fondamentali proposti dai fisici e filosofi greci: acqua, aria, terra e fuoco. Fisica, chimica e scienze naturali sono trattate a partire dagli sport afferenti all’elemento proprio dell’area. Nel settore “acqua”, i visitatori studiano i tuffi, analizzano una barca a vela l’abbigliamento di un sub. Nell’ambiente “terra”, il percorso tocca gli attrezzi dell’atletica, le specie vegetali per i campi da golf, gli indumenti di un ciclista, un giocatore di hockey su ghiaccio, e un alpinista. Nell’area “fuoco”, i motori (automobilismo, motociclismo) e l’uomo come macchina termica sono protagonisti. Nello spazio “aria”, i visitatori osservano le dinamiche del volo nelle specie vegetali e animali e le confrontano con le tecniche del paracadutismo, sperimentano le leggi fisiche degli sport con palloni.
Le isole “materiali”, “doping”, “alimentazione”, “storia dello sport e dei record” affrontano temi di fisica, chimica e scienza naturali comuni a tutti gli sport. Esperimenti di qualche decina di secondi evidenziano alcuni principi a volte poco chiari. Le isole contengono documentazione per soddisfare curiosità storiche e di attualità.
Attrito, equilibrio, reazioni chimiche ed energia, comportamento animale, tecniche e tecnologie per i materiali sono i principali concetti componenti il bagaglio di conoscenza che il visitatore  avrà acquisito.
Anche i bambini da 4 a 10 anni si approcciano ai principi fisici e chimici delle attività sportive nell’area “Rotola, rotola …”: la scienza e lo sport non hanno età.
I laboratori attivi nello spazio dedicato della sede della mostra, gli incontri con atleti, medici dello sport, le conferenze con autori di libri sulla vita degli sportivi, gli eventi abbinati a cura degli astronomi e dei ricercatori universitari completano l’offerta formativa proposta al pubblico.
Al di là del tema della mostra, l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Laboratori Nazionali di Legnaro e sezione di Padova presenta un riassunto organico della scoperta delle onde gravitazionali, verifica diretta della relatività generale di Einstein e il Consiglio Nazionale delle Ricerche Istituto di Fotonica e Nanotecnologie mostra gli strumenti in uso sulle sonde, le applicazioni al controllo qualità dei pacchetti per cibi, la crittografia per la protezione dei dati informatici. I visitatori assaporano aspetti attuali della ricerca scientifica e ne individuano gli sviluppi futuri.
Nelle aree e nelle isole sono integrati 11 esperimenti delle scuole medie inferiori (I grado) e 47 installazioni interattive delle scuole medie superiori (II grado): si tratta dei 58 lavori preparati dagli studenti con l’aiuto di docenti, tecnici e parenti e valutati dalla commissione di concorso “Sperimenta anche tu”. Prima dell’uscita, il visitatore ammira alcuni dei 167 progetti grafici tra cui è stato scelto il logo della mostra nell’ambito del concorso “L’arte sperimenta con la scienza”.
Le guide, selezionate tra studenti universitari e dottorandi dei dipartimenti di aree scientifica e ingegneristica dell’Università degli studi di Padova,  accompagnano il visitatore per la visita di un’ora in ciascuna area.
I punti di forza di Sperimentando sono i concorsi che coinvolgono gli studenti, la competenza delle guide e l’interattiva delle installazioni e degli esperimenti. Tuttavia, chiavi necessarie per la riuscita della mostra sono gli enti promotori e contributori Comune di Padova, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Università degli Studi Padova, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Associazione per l’Insegnamento della Fisica, Direzione Generale Ufficio Scolastico Regionale del Veneto in collaborazione con alcuni istituti superiori padovani, il sostegno della Fondazione Antonveneta ed il patrocinio della Regione del Veneto, della Provincia di Padova, dell’Agenzia Spaziale Italiana e dell’ULSS16.
Infine, i visitatori sono i protagonisti di Sperimentando: vi aspettiamo al padiglione 6 di Padova Fiere dal 9 aprile all’8 maggio o nelle fine settimana 14-15 e 21-22 maggio 2016.